Secondo giorno – 15 agosto – da Girona a Saragozza, infine Madrid

Un’altra notte volata, il tempo di posare la testa sul materassino ed era già mattino.

La palestra di Girona non era un granché.. siamo finiti in una palestra piccolina con pochi servizi e tanta gente, perché a quanto pare si attendevano molta meno gente di quanta sia poi arrivata.. Ma hanno fatto di tutto per accoglierci e darci modo di dormire e di far colazione che, zaini in spalla, abbiamo fatta al palazzetto principale alle prime luci dell’alba. Continua a leggere

Primo giorno – 14 agosto – in viaggio da Cittadella a Girona

Le valigie.. ci ho messo un secolo a prepararle!

Ma non erano un problema, il problema era l’attesa, il mettersi in movimento dentro per prepararsi, il problema era raccogliere i cocci di me, metterli uno accanto all’altro, riconoscere che erano tutti parte di un tutt’uno, decidere che avevano bisogno di essere rimessi insieme, di tempo, di cura.

Ho voluto preparare anche quel grande cartellone che poi non siamo riusciti ad usare, eppure è stato bello far fatica fino a tardi pensando ai miei compagni di viaggio, al fatto che ciascun pezzo, ciascun minuto del tempo che stavo impiegando era per loro, e che l’insieme sarebbe stato qualcosa di bello e di significativo! Continua a leggere

Simple Company @ Dissensi 2010 – Quartetto+Solos

Non si tratta di umile pietra, non di comuni sassi…
E’ nobile marmo, ancorché grezzo, quello che fa da inconsueto ma evocativo palcoscenico alla performance della Simple Company in quel di Arzignano, a chiudere in bellezza l’edizione 2010 del festival Dissensi.

Ma le parole non dicono quanto le immagini di quella splendida serata, che trovate qui =)

Simple Company: Quartetto 132 a Venezia

In una cornice inconsueta e molto evocativa com’è quella di una mostra di ritratti, in una città che amo molto qual è Venezia, ho avuto il privilegio di cogliere fotograficamente alcuni frammenti dell’esecuzione del Quartetto 132 da parte della Simple Company.

Trovate le foto nella mia photo-gallery, a questo indirizzo precisamente 🙂

Santiago – inizia il cammino!

Domani il sole che sorge lo vedremo quando già in viaggio, verso la Spagna, verso Santiago! Il percorso, con l’aiuto di Google maps, assomiglia a questo (ma non è necessariamente esatto).

Nel frattempo attesa, timore, speranza e gioia che sfuggono tra le fibbie dello zaino e i lacci delle scarpe…

Ma nella testa solo silenzio: sento già i passi che si susseguono regolari, il calpestio e la polvere, il cuore che pompa vita, il sole che preme sul capo e sulle braccia… e gli occhi, il cuore che si riempiono di immagini e di gioia!

San Giacomo è già lì, vicino e distante al contempo, che attende anche noi, attende che ci mettiamo in cammino e lo andiamo ad incontrare di persona.

A presto allora e… buon cammino a tutti!

Rondini

Il 25 aprile ho pensato bene di sgranchirmi le gambe e fare un bel giro in bici… alla fine quello che doveva essere un giretto sono diventati 25 km…

Ne valeva comunque la pena, la giornata era gioiosa e calda come una di quelle prime giornate d’estate, in cui ancora il sole non ha iniziato ad essere troppo intenso e si respira a pieni polmoni senza fatica… Le acacie in fiore, i prati pieni di vita… ed è proprio nei pressi di uno di questi prati che mi sono fermato, incuriosito per l’insistente volo delle rondini su quello che sembrava a tutti gli effetti un lauto banchetto. Avevo con me la macchina fotografica e così ho provato a vedere cosa ne usciva.

Le foto le trovate in questa gallery

(1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15) : peccato che lo zoom, anche se a 150mm (sulla mia Olympus, che equivalgono a 300mm nelle 35mm) non mi permettesse di “avvicinarmi” più di così… Quel che vedete sono i crop a circa un ottavo della dimensione originale, senza scalare ulteriormente (già così ho pochi pixel a disposizione…). Non molto forse, però mi è rimasto il fascino di vedere, sullo sfondo del Grappa verso sera, questi graziosi esserini compiere rapidissime evoluzioni, cambi repentini di traiettoria, picchiate e voli radenti… si poteva sentire la loro gioia e il loro entusiasmo… Troppo bello 🙂

Spero piacciano anche a voi!