Summer sun

Broken Summer Sun

E’ un po’ come se l’estate iniziasse ora… mesi di vuoto tra queste pagine, solo perché non “in sincrono” con la vita reale.. Ma ora è tempo di rimettere insieme i pezzi, di ritrovare il sole che splende =)

Buona estate a tutti!!!!

Secondo giorno – 15 agosto – da Girona a Saragozza, infine Madrid

Un’altra notte volata, il tempo di posare la testa sul materassino ed era già mattino.

La palestra di Girona non era un granché.. siamo finiti in una palestra piccolina con pochi servizi e tanta gente, perché a quanto pare si attendevano molta meno gente di quanta sia poi arrivata.. Ma hanno fatto di tutto per accoglierci e darci modo di dormire e di far colazione che, zaini in spalla, abbiamo fatta al palazzetto principale alle prime luci dell’alba. Continua a leggere

Primo giorno – 14 agosto – in viaggio da Cittadella a Girona

Le valigie.. ci ho messo un secolo a prepararle!

Ma non erano un problema, il problema era l’attesa, il mettersi in movimento dentro per prepararsi, il problema era raccogliere i cocci di me, metterli uno accanto all’altro, riconoscere che erano tutti parte di un tutt’uno, decidere che avevano bisogno di essere rimessi insieme, di tempo, di cura.

Ho voluto preparare anche quel grande cartellone che poi non siamo riusciti ad usare, eppure è stato bello far fatica fino a tardi pensando ai miei compagni di viaggio, al fatto che ciascun pezzo, ciascun minuto del tempo che stavo impiegando era per loro, e che l’insieme sarebbe stato qualcosa di bello e di significativo! Continua a leggere

A Night in Padova

due passi in notturna per il centro

una città ha sempre qualcosa di nuovo da mostrare

Ho sempre vissuto Padova da studente, tracciato il mio percorso sul selciato tra le aule e la stazione, tracciando invisibili binari di consuetudine, tra la folla affannata nelle cose d’ogni giorno e le lancette implacabili di orari e tabelle di marcia. Non che camminassi a testa bassa, anzi ho sempre guardato con curiosità ogni cosa, ma la percezione di quei luoghi era necessariamente polarizzata dal contesto in cui li vivevo e dalla sua permanente provvisorietà..

Pertanto mi ha fatto una certa impressione il fatto di tornarci, anni dopo aver concluso gli studi universitari, e per di più di sera: un volto della città che, in quanto pendolare, non ho mai conosciuto.

Un volto un po’ triste, ai miei occhi, complice forse la serata dai risvolti inattesi e un senso di solitudine nel constatare come l’estate avesse portato via con sé non solo il suo luminoso calore, ma anche ciò che più di ogni altra cosa alla città dà senso: le persone. I muri, il selciato, le luci sono sempre uguali, siamo noi a viverci dentro e a rendere nostri questi spazi.. senza, la città diventa una scatola vuota, un contenitore senza contenuto..

Se volete potete guardare con me  attraverso l’obiettivo della reflex qualche immagine che ho raccolto.

Buona visione!

Simple Company @ Dissensi 2010 – Quartetto+Solos

Non si tratta di umile pietra, non di comuni sassi…
E’ nobile marmo, ancorché grezzo, quello che fa da inconsueto ma evocativo palcoscenico alla performance della Simple Company in quel di Arzignano, a chiudere in bellezza l’edizione 2010 del festival Dissensi.

Ma le parole non dicono quanto le immagini di quella splendida serata, che trovate qui =)

Simple Company: Quartetto 132 a Venezia

In una cornice inconsueta e molto evocativa com’è quella di una mostra di ritratti, in una città che amo molto qual è Venezia, ho avuto il privilegio di cogliere fotograficamente alcuni frammenti dell’esecuzione del Quartetto 132 da parte della Simple Company.

Trovate le foto nella mia photo-gallery, a questo indirizzo precisamente 🙂

Nebbia e freddo

A volte capita all’improvviso…

Un saluto, un ultimo sorriso, poi appoggi l’uscio e lo chiudi, quasi senza rumore.

Ed è allora che ti volti, e non trovi più nulla: il mondo inghiottito dal vuoto, grigio e turbinante nulla…

Nebbia.

Umida. Densa. Quasi corporea.

Nebbia Nebbia

Non fredda, nessun brivido, ma palpabile e sfuggente al tempo stesso…

E, dentro ad essa, dentro al tutto fattosi d’improvviso cosa indistinta ed informe, un sentore di legna appena bruciata, in uno strano contrasto fra il grigio nulla ed il tutto che quel profumo riporta vivacemente alla memoria.

E’ incredibile come si possano sentire nel medesimo istante una sensazione e la sensazione opposta, come si possa sentirsi abbracciati, inglobati, ed al tempo stesso vuoti e sperduti.

Tornare infine con lo sguardo, lassù, a cercar le stelle…

Buone Feste!

Sono un po’ mancato, tra queste pagine, perché preso in un vortice di altre 1000 cose, tutte urgenti, tutte da fare e da finire… e non è che siano finite 🙂

Ma volevo lasciarvi due parole di augurio, prima dell’anno prossimo!!

Per entrare in atmosfera, intanto ho messo un po’ di neve 🙂

Spero che abbiate passato un Natale pieno di gioia, circondati dalle persone cui volete bene… e soprattutto spero che sia stato, come per me, uno di quei momenti in cui ci si ferma e si raccolgono i pensieri, le sensazioni, le speranze… uno di quei momenti in cui si torna alle radici, al senso primo del Natale: nascere!

Quest’anno in particolare ho rivissuto con trepidazione la nascita del Signore, perché non era solo inchiostro su un libro, ma era più vicina, più concreta esperienza… E il desiderio di abbracciare tutti è sbocciato come sboccia un fiore, spero che sentiate il calore di questo abbraccio!!

Buon Natale 2007!

..e poi, quasi senza accorgersene, è già quasi capodanno!

Ho scelto allora questa immagine, scattata pochi giorni orsono, quando un po’ di neve è passata a salutare le nostre pianure… L’ho scelta perché mi dà speranza, una speranza luminosa e forte nel futuro, ed è quanto volevo condividere con voi, augurandovi che il 2008 sia un anno meraviglioso!!

Buon 2008!

Buon nuovo anno a tutti, allora!!

Tante auto (poco) velox

Torno sull’argomento “Autovelox a Cittadella” con alcuni aggiornamenti.

Intanto pare che gli autovelox installati in località San Donato siano diventati attivi. Se non li avete mai visti, ve li presento 🙂

Venendo da Padova, ecco il primo

_7286758.JPG

Come, non l’avete visto? Ma se era lì, a destra! Guardate meglio in queste foto allora:

_7286759.JPG _7286760.JPG

Dall’altro lato della “variante” ce n’è un altro:

_7286763.JPG _7286764.JPG

Quelli lungo la circonvallazione sud funzionano eccome, invece. Voi rispettate i limiti e non vi succederà niente 🙂

_7286775.JPG _7286770.JPG

Notate come hanno rinforzato il sostegno, dopo i recenti avvenimenti

_7286771.JPG

Quelli a Ca’ Moro, lungo la statale 47 poco prima di arrivare a Rosà, invece, sembrerebbero per il momento ancora non attivi… ma non ci conterei se fossi in voi, men che meno ora che l’eccesso di velocità si “paga” con più punti ancora di prima (e non solo con i punti…) . Guardatevi in tal senso le novità nel Codice della Strada

Ho avuto modo anche di osservare (finalmente ho le foto anche di questo!) che

  • presso il semaforo di Borgo Bassano è stata installata una telecamera al posto degli apparecchi precedenti (gli “scatolotti” verdi) che controlla sia chi svolta in direzione Padova provenendo da Bassano sia (credo) chi prosegue diritto verso il centro città
    Incrocio Bgo Bassano, visto da nord verso sud Incrocio Bgo Bassano, visto da nord verso sud (dettaglio telecamere) Incrocio Bgo Bassano, visto da est verso ovest
  • gli autovelox installati in corrispondenza dell’incrocio via Zucca – statale 53, invece, sono stati dotati di minitelecamere di controllo posizionate sopra agli stessi, in modo da filmare chi dovesse avvicinarsi con evidenti cattive intenzioni nei confronti degli apparecchi sorvegliati
    Incrocio SR53-via Zucca, visto da ovest verso est Incrocio SR53-via Zucca, dettaglio apparecchio lato ovest

  • sempre in corrispondenza di tale incrocio è stata installata, bene in alto (montata sul lampione centrale), un’ulteriore telecamera di sorveglianza (quelle semisferiche per capirci) con un pannello che parrebbe un’antennina
    Incrocio SR53-via Zucca, visto da est verso ovest Incrocio SR53-via Zucca, dettaglio apparecchio sul lampione Incrocio SR53-via Zucca, ulteriore dettaglio telecamera semisferica

Se la gente corresse di meno e guidasse con più prudenza e buon senso, forse tutto questo non servirebbe… Ma l’esperienza quotidiana -ahinoi- va in altra direzione (contromano??) 🙁
Buona giornata e… buona guida a tutti! 😀