Palmari e WiFi capriccioso

E’ divertente scoprire, dopo averci sbattuto su la testa per un certo tempo, che “sì, si sapeva che era così”.

Nella speranza di evitare qualche mezzoretta di frustrazione ad altri che si trovassero a voler collegare un palmare ad un access point, lo scrivo qui a beneficio di chi passerà 🙂

Come saprete è buona norma non lasciare “aperto” l’access point, ma usare qualche forma di cifratura, onde evitare che un Pinco Pallino qualsiasi parcheggi fuori di casa vostra e faccia un giro tra i vostri documenti personali passando per la rete wireless…

La forma più semplice di cifratura è data dal protocollo WEP. Se il vostro palmare supporta qualcosa di meglio (per es. WPA o TKIP), usatelo. In caso contrario, se cioè il vostro palmare (come quello con cui ho avuto a che fare io) non capisce un’acca di altri protocolli, non vi restano tante altre scelte, andate con il WEP… (e sappiate che non è comunque il massimo della sicurezza, anzi 🙁 ) Continua a leggere

Installiamo XP su un HP-Pavillion m9085.it

Mi è capitato di dover installare il buon vecchio XP su un pc HP-Pavilion, modello m9085.it, che da nuovo viene fornito con Windows Vista preinstallato… come la maggior parte dei computer di questi tempi, d’altronde…

<mumble>…e com’è che, all’improvviso, nessun pc sembra poter più funzionare se non con il nuovissimo Vista, al punto che non si trovano quasi neanche i drivers per XP? ok, sistema operativo nuovo fiammante, luccicoso, performante.. ma …capiamoci, non si può dalla mattina alla sera buttar via tutto quel che c’era e sentirsi dire “ora funziona solo con questo, e se non hai Vista su non vale la garanzia” (l’ho sentita davvero). E il mio stupendo portatile, acquistato il giorno prima che uscisse Vista, com’è che magicamente funziona? mi viene in mente una sola parola: “marketing”…. e vabbé dai, ne riparleremo…</mumble>

Tornando alle cose interessanti, avevo la necessità di trovare i drivers per XP, solo che nel sito di HP (qui) non ci sono per XP, solo per Vista (e credo di non esserci stato male solo io…)! Continua a leggere

Cmd durante l’installazione di Windows XP

L’ho scoperto per caso stasera:
finché si sta eseguendo l’installazione di Windows XP, premendo la combinazione di tasti Shift-F10 comparirà un prompt dei comandi (come se si lanciasse cmd.exe).

La cosa torna molto comoda in alcuni casi in cui occorre sistemare a mano qualcosa durante l’installazione (per es. copiare dei drivers..)

Sempre Shift-F10, durante il boot da CD di sistema porta direttamente al prompt di recupero, senza la solita trafila 🙂

Enjoy!

VLC

VLC non ha certo bisogno di presentazioni, credo che chiunque lo abbia usato prima o dopo 🙂

Ad ogni modo, per quelli che ancora non lo conoscessero, VLC è un player multimediale estremamente flessibile che permette di riprodurre un buon numero di formati video ed audio e, se non bastasse, ha un buon supporto per lo streaming multimediale attraverso la rete (può sia ricevere flussi multimediali via rete che crearne di nuovi, sia in IPv4 che IPv6, in multicast come in unicast).

Io lo uso ad esempio per ascoltare stream radio via internet, oppure alcune volte per la transcodifica di materiale audiovideo tra un formato e l’altro… Ho provato anche a guardare un DVD da un computer nell’altra stanza, trasmettendo audio e video via rete, e funziona 😉

D’altronde anche come player generalista ha il suo utilizzo, visto che legge un po’ di tutto, compresi formati che ad altri player non vanno molto giù, dal momento che gestisce internamente la decodifica di suoni e immagini, senza appoggiarsi a codec esterni.

Questo gioiellino è cross-platform (lo posso usare sia in linux che in windows) ed open-source 🙂
Lo potete trovare su http://www.videolan.org/vlc/

SongSheet Generator

Un programmino per scrivere testi di canzoni con tanto di accordi, senza impazzire più di tanto 🙂

Unico requisito è quello di conoscere la notazione inglese degli accordi, in quanto andranno scritti all’interno del testo tra parentesi quadre, in questo modo:

[C]Questa [A-]è [F]una can[G]zone...

il risultato sarà qualcosa di questo genere:

La 	Fa#- 	Re 	Mi

Questa 	è 	una can	zone...

Ogni canzone è di fatto un file di testo (.txt) con dentro testo ed accordi.  Più canzoni si possono raggruppare in un “SongBook”, un libro di canzoni, aprendo il quale avremo già pronta la lista delle canzoni scelte, basta cliccarne una per vederla, stamparla, salvarla in html o anche vederla a schermo intero…

Comoda la funzione che permette di trasporre al volo la tonalità, abbassando o alzando a semitoni oppure indicando direttamente la tonalità voluta.

Lo trovate a questo indirizzo: http://www.tenbyten.com/software/songsgen/index.php

FooBar 2000

Foobar 2000 è un player audio gratuito che fornisce molte caratteristiche avanzate:

  • Supporto nativo a formati quali: MP1, MP2, MP3, MP4, MPC, AAC, Ogg Vorbis, FLAC / Ogg FLAC, WavPack, WAV, AIFF, AU, SND, CDDA, WMA (ma non solo, tramite plugin è possibile supportarne altri).
  • Supporto unicode
  • Layout di interfaccia personalizzabile
  • Comode funzioni per gestire i tag mp3
  • Possibilità di fare il rip di cd audio o di convertire file audio in tutti i formati che supporta (tramite il componente Converter)
  • Supporto per il ReplayGain
  • Scorciatoie da tastiera anche globali, così lo si può mandare nella tray area e controllare tramite combinazione di tasti anche mentre si usano altri programmi (comodo ad esempio con i tasti multimediali, se la vostra tastiera li ha)
  • Architettura “a componenti” per permettere ad altri sviluppatori di fornire funzionalità aggiuntive

Lo trovate su http://www.foobar2000.org/

Mono No Aware

Il mio caro amico Giuseppe è finalista ai Webby Awards 2007. Diffondo volentieri il suo appello e vi invito a votarlo, se vi va naturalmente! Ma lascio che sia lui a presentare la cosa:

Un mio progetto Mono No Aware realizzato per Ryuichi Sakamoto, è finalista al Webby Awards 2007 categoria ‘Net Art’, (“The most prestigious award in the world” – BBC / “The Online Oscars.” – Time Magazine / “Better than the Oscars.” – Vanity Fair).

Inoltre è l’unico progetto realizzato in Italia tra tutti i progetti finalisti. Il premio consiste in uno vero e proprio, dato dalla giuria e un premio del pubblico.

Ti chiedo gentilmente, naturalmente se ti va, di andare a votare per me o dirlo a un po’ di amici almeno per patriottismo, si perdono 2 minuti al massimo..

http://pv.webbyawards.com/account/login

Dopo essersi registrati, vi arriva una mail su cui cliccare e nella pagina che si apre ci sono 4 box color magenta in basso; cliccate la categoria WEB SITE e poi ENTERTAINEMENT & NET ART
Lì votate per MONO NO AWARE il mio progetto, se volete lasciare messaggi… ben accetti come il passaparola ai vostri amici/colleghi.

L’opera (digitale) in questione è (letteralmente) questo sito: www.mono-no-aware.org

Se volete saperne di più su cos’è Rokkasho, visitate anche il sito http://stop-rokkasho.org/

Open Music

Probabilmente lo sapete, ma non esiste solo la SIAE come modello di “gestione” del mondo musicale. Non parlo di questioni burocratiche o legislative, parlo proprio del modello di distribuzione e del concetto di “diritto d’autore” profondamente diversi che ci sono dietro.

La digitalizzazione dei suoni ha aperto scenari del tutto inediti e problematiche anche legali non indifferenti. Ma sono nate anche idee nuove, legate al concetto di condivisione, di community e collaborazione,  che sono delle colonne portanti del web attuale e sempre più di quello che verrà.

Questo sito, ad esempio, permette di ascoltare musica liberamente e legalmente: artisti emergenti pubblicano le loro canzoni e voi potete ascoltarle o scaricarle:

http://www.jamendo.com/it/

“Su jamendo, gli artisti permettono a tutti di scaricare e condividere la loro musica. È gratuito, legale e illimitato.

Ti piacciono degli artisti? Pagali direttamente o falli conoscere ad altri.”

Come è possibile? In breve gli artisti usano licenze Creative Commons! Cito la loro spiegazione:

“Offriamo la possibilità di distribuire musica liberamente ed in modo del tutto gratuito, preservando al tempo stesso i diritti fondamentali dell’autore.

Quando pubblichi un album su jamendo, devi scegliere una delle licenze Creative Commons, che ti aiutano a definire i diritti ed i limiti di utilizzo relativi alla tua musica. Il tuo pubblico sarà informato dei diritti che ha, mentre effettua il download della musica.

La chiave di questo modello di licenza è che hai il potere di definire le modalità di distribuzione del tuo album. Ciò può essere fatto in base ai seguenti 4 criteri:

  • Attribuzione: L’utente deve sempre nominare l’autore originale.
  • Non commerciabilità: L’utente non è autorizzato ad usare il tuo lavoro a scopi commerciali, senza prima chiedere il tuo permesso.
  • Nessun Lavoro Derivato: L’utente non può alterare, trasformare o prendere il tuo lavoro come spunto per il proprio, senza prima chiedere il tuo permesso.
  • Condividi allo stesso modo: Se un utente altera, trasforma o prende il tuo lavoro come spunto per il proprio, deve distribuire quest’ultimo sotto la stessa licenza.

Queste 4 condizioni possono essere combinate. Per ulteriori informazioni, ti invitiamo caldamente a visitare il sito web di Creative Commons.”

Beh… interessante direi!! ..Buon ascolto!

Applicazioni nascoste nell’elenco programmi?

Se nel registry, alla chiave HKEY_LOCAL_MACHINE\ SOFTWARE\ Microsoft\ Windows\ CurrentVersion\ Uninstall\ <nome_applicazione> è presente un valore “SystemComponent” di tipo DWORD e impostato a 1, l’applicazione in questione non comparirà nell’elenco delle applicazioni. Rimuovendo il valore tornerà ad essere elencata.

Può essere utile saperlo, se non altro per verificare se c’è qualcosa di installato ma nascosto.. di questi tempi, con i “simpatici” programmi che girano in rete, è sempre meglio saperne una in più che una in meno 🙂

“Ma.. tu sai perché…?” – scherzo, citavo Fiorello 🙂