Tempo per me

Ha smesso di piovere… Aria densa ancora, avvolgente, vapore di una consistenza corporea ed intangibile…

Ma non mi preoccupa l’umidità, non dopo un’ora di piscina, non ora che le sensazioni di quella “fatica” rifluiscono in me tramutandosi in benessere, in coscienza, in consapevolezza… Cos’avrà di così magico l’acqua? Cos’avrà quest’elemento così diverso da me eppure così simile per attrarmi tanto?

Non è una domanda. Non è una richiesta. E’ un pensiero che affiora dalla pelle, una vibrazione appena smorzata, alla base del collo, un soffio lieve tra i capelli… E’ qualcosa che coesiste con mille altre vibrazioni, qualcosa di bello, di vero, qualcosa di mio anche se non so ancora bene che sia…

Ed io lascio che vibri, per un po’…
Domani è un altro giorno, avrà le sue tristezze e le sue gioie..
ma c’è un tempo per tutto, e questo è il mio tempo:
il tempo di star bene,
il tempo di ascoltare,
di tempo dell’essere
e non solo del fare…